giovedì 29 settembre 2011

Siam così

Godibile azzardo di Matt Hallinan, concept artist e illustratore con un discreto curriculum fra marchettoni e videogame: (re)inventarsi dei puffi anatomicamente verosimili. Forse Peyo apprezzerebbe. Il dipinto digitale in alta risoluzione è sul sito del nostro: per carità di dio, non facciamolo vedere alla Gelmini.

Ayaaaak


Vedi che alla fine nella vita vengon buone tutte le cose che impari sui fumetti.
(E per oggi, direi che può bastare).

mercoledì 28 settembre 2011

Il ritorno del Male

Dal 5 ottobre in edicola. A 3 euro o giù di lì.
Con Vincino, Vauro, Makkox, Spataro, i Paguri e un tot di altra bella gente.
Tutti i dettagli qui.

Quattro chiacchiere su uno dei fumetti più chiacchierati del momento

Di Asterios Polyp di David Mazzucchelli avevo già scribacchiato tempo fa.
Siccome però sotto sotto per me il fumetto alto alto sta diventando un tema spinosetto assai, ho fatto un salto dai ragazzi di conversazioni sul fumetto, che in questi giorni celebra l'uscita dell'edizione italiana di AP con un ricco speciale sul tema. Ne è uscito un corpo a corpo abbastanza fumantino e abbastanza interessante sui pro e i contro del fumetto d'autore Made in Usa. Venghino, siori, venghino.

martedì 27 settembre 2011

The last goodbye


Giovedì 29 settembre alle 10,30, alla chiesetta del cimitero monumentale di Milano, gran varietà religioso per salutare Sergio Bonelli: Sono sicuro che sarà contento di ritrovarci tutti lì.

venerdì 23 settembre 2011

Nevermind

Nel 1991, in questi giorni, usciva Nevermind.
All'epoca il grunge era di moda quindi Kurt e soci mi stavano sul cazzo di default. Non li ascoltavo, non li capivo. Fine della storia.
Anni dopo avrei scoperto quel gioiellino di Unplugged at MTv, cambiando opinione su un sacco di cose. Compreso il suicidio di Cobain, che allora trovai incomprensibile e oggi, anche alla luce della biografia di Charles Cross, considero perfettamente in linea con il personaggio.
Nel 1991, in questi giorni, usciva Nevermind. E per festeggiare posto un piccolo pezzo di una grande storia di rock a fumetti a firma Faraci-Venturi. Prossimamente su Gang Bang. (E dove, se no?)

Lo Stella dei Cartoon

Domani, su Alias, tutto su Docartoon. Ma anche su Zigo Stella: da uno dei migliori romanzi grafici italiani di sempre, una delle più stimolanti interviste a fumetti di sempre. Con illustrazioni realizzate per l'occasione da Maurizio Rosenzweig. Alla misera cifra di due euri e cinquanta con il manifesto. Keep the Faith.

giovedì 22 settembre 2011

E ora che sono splendidamente free, cari hardcore fans, puppatemi 'sta rigogliosa fava

Non si era nemmeno spenta l'eco dello scioglimento dei R.E.M., che Michael Stipe ha postato sul suo Tumblr questi gustosi autoscatti.

Conquistandosi un posto d'onore nell'albo dei morti viventi. Perché solo Bollito Oliva può permettersi di andare in giro col bengo di fuori alla sua veneranda età.

mercoledì 21 settembre 2011

Ciaoc.R.E.M.



Titoli di coda per Michael Stipe & soci, troppo appagati per continuare a cincischiare come altri esponenti della crèm de la crèm del rocchenrolle. Massimo rispetto e grazie per canzoni come questa quassù.

martedì 20 settembre 2011

Figures storiche

Gustosa trovata feticista della Dark Horse, che con un bello Spider-Man preso di pacca daile splash page di Ditko e Romita inaugura una nuova serie di super-eroiche miniature nostalgiche. Prezzo aggiornatissimo, 50 dollari a statuetta. Ma personalmente ritengo la cifra tosto ammortizzata dalla confezione super-lusso in tolla serigrafata 18 k con annessa spilletta celebrativa e dalla tiratura limitata a 2.000 pezzi. Prossimamente: i Fantastici Quattro in formazione originale (con la Cosa in stile cingomma masticata, inzomma) e il Devil giallorosso di Bill Everett. Slarf.

lunedì 19 settembre 2011

Mi ricordo Plastic Bertrand



Ma ne farei volentieri a meno: anche a trent'anni di distanza, Ça Plane Pour Moi resta una vera schifezza.

Supersigh



Vito Lo Russo ha perso la vita lo russo. E Gulp! Supergulp! se ci mancherà.

domenica 18 settembre 2011

Battendo sui viali


Va tutto a puttane? Ridiamoci su. Grandissimo Vauro.

Cartoni in faccia



24-30 settembre, Pietrasanta di Lucca: va in onda DOCartoon, il primo festival dedicato ai documentari animati e ai comics non fiction. Manifestazione ricca di sottotesti politici organizzata non a caso dal più politico dei critici italiani, Thomas Martinelli, colonna fumettistica del manifesto. Mostre, incontri con autori, giornalisti e intellettuali e ovviamente un sacco di roba sul tipo del bellissimo Walking di Ryan Larkin (1968) da vedere e da sfogliare. Ampio spazio alla Storia popolare dell'impero americano, ora in edicola con il quotidiano comunista, e a Stefano Casini, prossimamente su "Gang Bang" e dal 24 in mostra a DOCartoon.
Per i dettagli c'è il sito ufficiale.

venerdì 16 settembre 2011

Alla romana

Spartacus-Gli dei dell'arena è una truzzata senza speranza.
Sempre meglio di Falling Skies, che nelle ultime puntate sta sbriciolando il muro in cartongesso di mistero che nasconde l'unico twist della prima stagione a botte di disvelamenti telefonati con sedici ore di anticipo. Ma non divaghiamo.
Una truzzata senza speranza, dicevamo: e questo è un fatto.
Però è una truzzata molto addictive per tutta una serie di motivi. Ludii gladiatori muscolari e curiosamente documentati (come nella realtà, nessuno vuole fare il reziario), nobili stronzissimi, suggestioni porne da testata edifumetto tipo Messalina, cast ben assortito. Fino a ieri nell'impasto del polpettone c'era anche lei, e scusate se è poco:


Jamie Murray, così battezzata in onore della donna bionica, è la figlia di Bill Murray, ma non quel Bill Murray lì. Leggo che ha fatto Dexter e un po' di altre robe, e ieri sera gli zozzoni l'hanno fatta strangugliare dal lanista delle dive, che gli venga un attacco di dermatite atopica, accidenti a lui.
E quindi, in memoriam, scatta il primo Se ne vanno all'insegna della fiction. Tie'. E non mi si venga a dire che Bonatti ha fatto Splat, che se no mi girano.

giovedì 15 settembre 2011

Quel pomeriggio al Tribunale dei Minori

L'adozione è una strada in salita, e la discesa non arriva mai.
Lo dice il giudice del Tribunale dei Minori accompagnandoci alla porta del suo ufficio alla fine del colloquio.
Io ed Elena ne usciamo decisamente scossi. Sapevamo che sarebbe stata dura, ma non quanto. La nostra relazione di idoneità è finita in un tritacarne. La signora giudice ci ha rosolati a fuoco lento nelle nostre insicurezze per una breve eternità. Ma siete sicuri di volere più di un bambino? Guardate che è durissima. Ma siete sicuri di essere in gradi di gestire un bambino da zero a dieci anni? Pensateci bene, con i preadolescenti è un dramma.
Strizzo le chiappe e penso che in fondo è giusto così, sperare il meglio e aspettarsi il peggio, pensarsi nella caserma di Full Metal Jacket o in cucina con Gordon Ramsey, filosofeggiare sulla fragilità come spirito dei tempi, ironizzare su quanto sarebbe bello ripiegare su un chihuahua, rabbrividire pensando a tutti i rischi che corro.
A restituirmi la fiducia in me stesso è il dilemma che continuo a pormi ogni volta che il mondo reale mi piglia per la collottola e mi strapazza per benino.

Se è così dura, perché non mollo? Egoismo? Testardaggine? Masochismo?

Più vado avanti, più mi rendo conto che io e il Voglinino abbiamo già un sacco di cose in comune: la strizza, l'attesa, le domande scomode, quel vuoto all'altezza del diaframma. Tu chiamalo, se vuoi, terreno comune.

martedì 13 settembre 2011

Ditelo a Darth

Papà Darth attende in Rete per rivelare i segreti della Forza al pregiatissimo pubblico.
La coerenza non è il suo forte, perché ormai ha una certa età. Però questo virale per l'edizione in Dvd della Trilogia e di quell'altra roba con Jar Jar Binks è bello tossichello. Buon divert.

lunedì 12 settembre 2011

Fotocoppia

Gran brutta notizia da Hollywood: rifanno pure Point Break.

Erotico nero!


E tutto d'un tratto, voilà: cazzi e fiche.
Mica genitali qualsiasi, intendiamoci.
Questa è una tavola da erotico nero. Un'opera a tema strutturata in percorsi narrativi che affondano nel pathos e nella sensualità, nel grottesco e nell'orrore, e organizzata in tre capitoli di crescente intensità eversiva, come una discesa negli inferi dell'animo umano. Non un fumetto per tutti. Ma un progetto con una sua dignità narrativa, pensato da gente che sa il fatto suo, e finanziato con una strategia che nel bene o nel male ci ha il suo bel perché. Se va bene, se ne riparla a Lucca. Stiamo a vedere.

domenica 11 settembre 2011

Mettiamoci d'accordo





A questo punto attendiamo un spot sui contraccettivi con la parola "forse".

venerdì 9 settembre 2011

A.A.A. Avventura cercasi

Bel post di Luigi Bicco che su Conversazioni sul fumetto lamenta il cocente rimpianto per il fumetto avventuroso senza coloranti né conservanti artificiali.
Per tirar su il morale a lui e un po' anche a me, anticipo al gentile pubblico la prima tavola dell'avventura che Stefano Casini ha realizzato per Gang Bang.
Perché stare dalla parte del torto è complicato, ma anche dannatamente divertente.

giovedì 8 settembre 2011

Imperdibile offerta

Da Billa, scaloppine di Puffo a soli € 8,99 al chilo.
Accorrete in massa!

martedì 6 settembre 2011

Lee mortacci sua



Dopo Johnny il marcione, ecco un altro inarrivabile role model che svende la propria immagine per una manciata di pistacchi. Ah che tempi, signora mia.

lunedì 5 settembre 2011

L'impero colpisce ancora

Non è un libro comodo, la Storia popolare dell'Impero Americano. La versione ufficiale a fumetti del volume di Howard Zinn sull'irresistibile ascesa dell'American Way of Life, infatti, offre un ritratto inedito, fazioso e disturbante del Paese che ha visto compiersi il miracolo liberista. Dal massacro di Wounded Knee alle lotte antisindacali, dalla guerra ispanoamericana al Secondo conflitto mondiale, dalla Guerra fredda a Martin Luther King fino all'11 settembre, rughe e cicatrici sempre più difficili da nascondere hanno mutato il sorriso benevolo dello Zio Sam in un ghigno sinistro. Lo stesso che affiora leggendo il libro scritto da Paul Buhle e disegnato con lo stile volutamente asciutto e minimalista da Mike Konopacki. Oltre 260 pagine di docu-fumetto, fotografie inedite e Zinnformazione prima del viaggio fantastico ma non troppo di Gang Bang, ormai quasi in sala montaggio. Da venerdì 9 settembre a 10 euro con il manifesto.

domenica 4 settembre 2011

Videoburrito molto fumo e poco arrosto


Da La Adictiva Banda San José de Mesillas, Mueveme el Pollo. Un brano tutto sottintesi e carnazza. Soprattutto carnazza.

giovedì 1 settembre 2011

Laika diva

Dylan Williams, patron della casa editrice indipendente ammericana Sparkplug Comic Books, se la sta passando piuttosto male.
Ce lo racconta l'autore di Laika, Nick Abadzis, che per far fronte alle cure di Williams ha deciso di mettere all'asta su eBay una tavola originale del suo fumetto realista e socialista.
Tutti i dettagli qui.
chi ha letto Laika probabilmente sta già facendo un'offerta. Chi non ha ancora letto Laika non merita rispetto né pietà: pregasi colmare la lacuna consultando il sito Magic Press.

Nonead O'Connor

Tessera numero sette dell'Albo dei morti viventi a Sinead O' Connor. Non perché stia invecchiando male fuori, gonfia com'è di antidepressivi. Ma perché sta invecchiando male dentro: da una che ai bei tempi gorgheggiava tutta svenevole Nothing Compares 2 U si pretendono tecniche di acchiappo più consone del "a.a.a. uomo peloso cercasi" via web.