giovedì 30 aprile 2009

Videoburrito malato


Sergio Vega in "Quando te lavas la cara".
Giusto per ribadire che l'influenza suina non è il peggio che il Messico abbia da offrire.

mercoledì 29 aprile 2009

Ti piace vincere facile?


"Non esistono più gli uomini di una volta", ha dichiarato Hugh Jackman ad "A".
"Hanno perso coscienza del proprio ruolo. Sono timidi, piangono. E quando parlano sembra che squittiscano. È l'esteriorizzazione della loro debolezza. Sono diventati femmine". Ora: massimo rispetto per il compagno Jackman.
E non è perché negli ultimi giorni ho frignato come un vitello. O perché sono timido.
O perché non posso vantare timbro vocale e fisicata super-eroica. Però.
Se sei alto come Hugh Jackman.
Hai la faccia di Hugh Jackman.
Fai la vita di Hugh Jackman.
E hai il conto in banca di Hugh Jackman.

Giocare al vero uomo non sarà poi 'sta gran fatica, no?

(Poi, oh: il fatto che da noi passino per strafighi personaggi come C. Vitaliano o F. Corona è tutta un'altra questione).

martedì 28 aprile 2009

Previsioni del tempo


L'elaborazione di un lutto conta cinque stazioni.
Da come mi sento, credo di essere alla seconda.
Non volete sapere qual è.

domenica 26 aprile 2009

Ciao, Vito


A quattordici anni suonati, il cuore del nostro cane pompava ancora come un orologio svizzero.
A tradirlo è stata la testa. La stessa testaccia sbirola che a tre mesi l'aveva spinto a farsi fuori un pacco di crocchette da cinque chili, lui che di chili ne pesava otto, lasciandomelo panza e zampe all'aria sul pavimento della cucina. La stessa testaccia matta che in gioventù gli aveva suggerito di buttarsi nel Ticino, mollandomi sulla riva in preda al terrore di vederlo sparire nella corrente limacciosa, o che gli permetteva di percepire lo scrocchio goloso di un pacchetto di biscotti a chilometri di distanza.
Dai sintomi sembra un tumore al cervello, dice il veterinario. Se volessimo, potrebbe provare a rimetterlo in sesto. Ma vedendolo in coma, con la lingua inerte fra le mascelle e le zampe rattrappite dagli spasmi delle crisi epilettiche che hanno squassato la sua ultima notte su questo pianeta, non ce la sentiamo di accanirci.
Il dottore gli rasa l'avambraccio, mentre io e mio padre continuiamo ad accarezzarlo piano. Poi, con un gesto delicato e deciso, punta un ago a farfalla nell'arteria. Tre piccole gocce di sangue schizzano sul lenzuolo con il quale l'abbiamo trasportato fino all'ambulatorio.
La prima iniezione è Penthotal. Appena entra in circolo, il respiro di Vito si fa più regolare, e in pochi minuti i tremori cessano. Finalmente si è addormentato. Bravo, cane, bravo.
Poi viene il turno della seconda iniezione, quella che blocca il cuore e le vie respiratorie.
Non mollare, mi ripeto, non mollare, non è la prima volta che ti tocca, è un film che hai già visto, non puoi metterti a frignare come una mezzasega, cazzo, hai quarantatré anni, guarda tuo padre, guarda come è bravo, non fa una piega, guardalo.
Capisco che il cane non c'è più perché all'improvviso molla gli sfinteri e se la fa addosso. Pffft.
"Mi sa che è andato", sussurro, sempre continuando a far scorrere i palmi sul torace, su e giù.
Il dottore tira fuori lo stetoscopio, lo appoggia sul pelo color miele e fa sì con la testa.
"Se volete restare un po' soli con lui...". Sì, grazie, solo qualche minuto.
Guardo il mio cane e il mio cane guarda me, senza vedermi. Gli sfioro il muso. Ha un labbro fuori posto e un canino che spunta fuori e nella morte gli dà un'aria stupida e feroce.
Tento di sistemare il tutto, mentre lui continua a guardare fisso davanti a sé con l'occhio velato. Non ci riesco.
Il tempo di un paio di singulti strozzati, e comincia a raffreddarsi.
Quando io e mio padre torniamo in astanteria, i padroni di un micio dall'aria sconsolata che stava lì ad aspettare il suo turno ci fanno le condoglianze.
"Tanti auguri", dicono.
Fuori piove di brutto, come l'ultima volta che abbiamo dovuto far sopprimere un labrador agonizzante, quindici anni fa.
Torno a casa e guardo questa foto che tengo incorniciata nel soggiorno.
Qui Vito ha due mesi e mezzo, e sembra un po' infelice, perché me lo sono appena portato a casa dall'allevamento dove l'ho comprato.
Era l'unico della cucciolata che mi cagava zero, e forse gli manca un po' la mamma.
La foto gliel'ha fatta quella matta della mia coinquilina.
Lui ancora non lo sa, ma insieme ci divertiremo un sacco.
Gli voglio un bene matto, e gliene vorrò sempre.

venerdì 24 aprile 2009

Lo! Fanno! Davvero!



Secondo Aint it cool, il primo ciak è per luglio.

Il primo biglietto è mio, brutti fottimadre.

(n.b.: "fottimadre" è © Diego Cajelli. La dritta, per lo meno, me l'ha data lui.)

giovedì 23 aprile 2009

Oro nero


Ci ha messo un anno, Daniel Day-Lewis, a trasformarsi nel Daniel Plainview di "Il Petroliere".
Però, cazzo se valeva la pena di aspettare.
L'ho pensato una volta di più riguardando il film su Sky.
È vero che "There Will Be Blood" procede in modo episodico, senza scegliere una direzione precisa, e alla fine ti lascia lì a chiederti se hai visto un'allegoria sul Secolo breve, un apologo sul conflitto fra fede e ragione o un dramma sull'incomunicabilità.
Quello che resta, però, è il talento davvero mostruoso del protagonista, la sua capacità di immedesimarsi nella maschera essenziale e spietata di un capitalista d'antan e quei quindici minuti finali di pura, assoluta, vertiginosa crudeltà.
Un cattivo così cattivo, così solo, così ossessionato dai propri fantasmi, avrebbe fatto la gioia di Joseph Conrad.
O magari, di Carl Barks: non a caso, nel finale, il petroliere somiglia molto a un certo personaggio dei fumetti.

mercoledì 22 aprile 2009

Zero titulo


Faceva tristezza, nella notte dell'olimpico, vedere Claudio Ranieri minimizzare la peggior scoppola dell'anno.
E fa tristezza vedere una squadra che solo pochi anni fa se la giocava alla pari con mezza Europa rimediare figuracce su qualunque campo.

Ora, l'unico obiettivo dichiarato della Giuvèntus resta il secondo posto.
(Quello che si cuccano i perdenti mentre gli interisti se la spassano con le reginette del liceo).

Non sarebbe meglio puntare a costruire fin da subito una squadra in grado di giocare un calcio decente, dico io?

martedì 21 aprile 2009

Un progetto bestiale


Si chiama ANIMAls, come ANIMA e come animali, e mi pare una gran figata.
Primo perché è la prima autentica rivista di fumetti d'autore da una decina d'anni a questa parte.
Secondo perché il cast artistico è un autentico sogno bagnato per chi rimpiange i fasti del Made in Italy anni Settanta.
Laura Scarpa, la direttora, ne parla come una rivista di fumetti per chi normalmente non legge i fumetti.
E infatti, sul primo numero, ci sono Scòzzari, Mattotti, Gipi. Tutti autori che sconfinano nell'illustrazione pura.
Però c'è anche Davide Toffolo con la biografia di Magnus.
E Vanna Vinci con la Bambina Filosofica.
E un sacco di autori fransè tipo Trondheim Vives eccetera.
E tutto questo per cinque euri al mese.
Insomma, almeno la prova assaggio tocca concedergliela.
Poi vediamo come va.
Si comincia a Maggio, dopo il Comicon.

domenica 19 aprile 2009

Regalo!


Il regalo di Elena per il nostro anniversario: un week-end nel Monferrato.
Da Asti, francamente, mi aspettavo di più: l'ho trovata deserta, avara di sorprese e un tantinello troppo bene educata.
Fra le colline, invece, altra storia. Gente in gamba, vettovaglie di gran classe e natura a perdita d'occhio.
Il posto ideale, insomma, per passeggiare fra una goccia di pioggia e l'altra, respirando a fondo gli umori i rumori e le infinite sfumature di verde rosso e grigio di un luogo materno e irresistibile.

giovedì 16 aprile 2009

Moonchia!



Proprio ieri, pensavo che è tanto che non vedo una space opera con i controcazzi.
Ora, non so chi sia Duncan Jones, ma questo lo vado a vedere appena esce.

mercoledì 15 aprile 2009

Seta


Dice che dopo cinque anni di matrimonio si festeggiano le nozze di seta.
Ci vogliono i confetti fucsia.
Per Elena, è un piccolo traguardo: ha battuto il record di durata di Arianna, mia storica ex fidanzata e grande amica, e adesso saltella per casa gridando "And the winner is... IO!".
Io ho appena realizzato che i famosi cinque anni son volati via con la strizza che avevo prima del sì. E che anche se le cose non sono andate come pensavo, quello che ci tiene insieme compensa ampiamente quello che ci divide.
Inoltre, dopo cinque anni di convivenza e tre e mezzo da fidanz., guardare il culo della propria signora e trovarlo il culo più bello che c'è è veramente una gran bella sensazione.
Ah, l'amour.

martedì 14 aprile 2009

Porci con le ali


Difficile immaginare numi della nona arte come Alex Toth, Jack Kirby, o Joe Shuster alle prese con lingerie, vedo-non-vedo e signorine grandi forme.
E invece: in decenni di militanza ai piani bassi della letteratura per immagini, pur di portare a casa la pagnotta, anche loro hanno bevuto l'amaro calice del fumetto per adulti. Lo dimostrano i due volumi dedicati al fattaccio dal critico usa Craig Yoe: "Clean cartoonist's Dirty Drawings" e "Secret Identity: The Fetish Art of Superman's Creator Joe Shuster".
Come dire: il lato B del fumetto "Made in Usa". Una autentica delizia per tutti i feticisti in ascolto. Compreso, ovviamente, il sottoscritto.

lunedì 13 aprile 2009

Di nuovo in giro


Seconda stagione per "Non dire a mia madre che...", uno dei programmi più godibili e spericolati del palinsesto di "NatGeo Adventure" - Canale 404 di Sky. Diego Buñuel, nipote del più noto Luis nonché unico giornalista al mondo in grado di far convivere lo spessore di "Report" con il sense of humour di "Turisti per caso", ci porta a spasso nelle località meno turistiche del Pianeta, armato solo di una telecamera e della sua incrollabile faccia di culo.
Martedì 14 alle 22 si riparte dall'Iran.
Non so voi, ma io ho già preparato lo zaino.

giovedì 9 aprile 2009

Buon Zanzillut


Visto che odio le feste comandate, invece dei soliti auguri di Pasqua rivolgo al mio preg.mo pubblico il mio più sentito augurio di uno Zanzillut ottimo e abbondante.

E non esagerate col parafirillione, che poi si sa come va a finire.

mercoledì 8 aprile 2009

Se questo è un Uomo (Mascherato)


Grande rilancio alle viste per l'eroe in calzamaglia viola creato da Lee Falk e Ray Moore nel 1938.
In Italia, a maggio, nuova collana prodotta dall'Eura fra strip classiche e recenti.
Negli States, invece, incombe una nuova serie Tv in programma su Sci Fi Channel nel 2010.
I primi schizzi preparatori della serie non fanno ben sperare.

martedì 7 aprile 2009

40 anni e non sentirli


È il compleanno di Giuseppe Ferrario, il disegnatore di "Milano Criminale".
Orsù (anzi: "Orsu"), facciamogli gli auguri!

Prima pagina


Nonostante una linea editoriale un pelo troppo nippona, ogni tanto lo staff di Comicsblog qualche chicca la scova. È il caso, ad esempio, di "Covered", un blog dove legioni di illustratori rileggono paccate di storiche copertine Made in Usa in un divertito (e divertentissimo) esercizio di stile collettivo.

Frank 'n' Further


Luca Boschi è stato il primo a dare la notizia: l'autore di "Phoebe Zeitgeist" è salito al Cielo e siede alla destra del Padre.

Con il pennello in mano.

Da oggi, lassù, si divertiranno molto di più.

Heminguai


Ci sono periodi in cui, per quanto uno si sforzi, le cose non vogliono proprio saperne di andare.
In generale, per scrollarsi di dosso l'impotenza, basta poco. Un po' di shopping compulsivo, una cenetta a due in quella trattoria di viale Bligny dove fanno un pesce da favola, una doccia bollente, un cambio di passo, una boccata d'aria. Un po' di pensiero laterale, insomma.
Questo, sempre che i silenzi del mondo non durino troppo a lungo. O che gli imprevisti ti lascino tirare il fiato. O che le impercettibili frustrazioni che ti fanno da zavorra non raggiungano la massa critica.
A quel punto, non resta che sedersi sul fondo della barca, chiudere gli occhi e abbandonarsi al respiro molle della corrente.
Prima o poi, la brezza dovrà pur tornare a soffiare.

domenica 5 aprile 2009

Facciamo le corna


Dunque.

Nel 2001 lui diventa presidente del consiglio. Neanche il tempo di bestemmiare, e trac: vengon giù le Torri Gemelle.
Nel 2006 lui perde le elezioni, e l'italia vince i Mondiali di calcio.
Nel 2007 lui rivince le elezioni. Pochi mesi di tregua, e si ricomincia: crisi economica globale, la peggiore dal 1929 a questa parte; global warming a stecca, con iceberg grossi quanto la Giamaica alla deriva; e un terremoto che Bertolaso, capo della Protezione Civile, definisce "Il peggior disastro del nuovo millennio".

A Berlusco': ma non è che tante volte porti sfiga?

Centravanti


Nella foto, il bomber Marco Roveroni mentre si invola sulla trequarti del cortile di casa sua.
Notare la finezza nel palleggio, prego: i due anni e mezzo di esperienza sui migliori campi del lodigiano si vedono tutti.

(E intanto, l'orrida Inter continua a vincere.)

Manifestazione di idee


Oggi, a Milano, grande kermesse fazista.
Per la sindaca Moratti, che l'anno scorso ha festeggiato il 25 aprile al grido di "Questi sono i nostri valori", tutto bene.
Quella di Forza Nuova è una "manifestazione di idee".
Personalmente, ho sempre nutrito la massima simpatia umana per chiunque si sbatta in prima persona per portare avanti delle idee. A prescindere, come diceva Totò. Ma in certi casi, lo ammetto: faccio un po' fatica.

giovedì 2 aprile 2009

Politicamente scorretto (grappa)


L'altro giorno, il presidente nero degli Stati Uniti ha ringraziato il governo italiano perché la Fiat ha comprato la Chrysler.
Sempre ieri, il numero due del Pdl nonché ex segretario di AN ha commentato favorevolmente le bacchettate della consulta sulla legge 40. Vari autorevoli esponenti del PD, invece, ribadiscono che la legge in oggetto è ottima e abbondante.
Cominciavo a pensare che mi avessero messo qualcosa nel caffè quando Silvio ha fatto la sua solita figura di merda e mi sono svegliato.

mercoledì 1 aprile 2009

Sta arrivando Casanova


E dopo una pausa di riflessione troppo lunga per essere vera, ecchiloqquà: un nuovo fantastico fumetto tradotto da muà.
Si chiama "Casanova".
Porta la firma di Matt Fraction, Fabio Moon e Gabriel Ba.
Rispetto alle solite merdate americane, è davvero una ventata di aria fresca. Presente lo "Starman" di James Robinson? Ecco, anche se non c'entra niente, è una botta di vita del genere - una rilettura divertita, spregiudicata, eccessiva e lisergica di tutti i super-avventurieri da James Bond a Diabolik a Nick Fury.
Esce a maggio.
Produce Saldapress, di cui trovate il piano editoriale del 2009 qui.
Ne riparliamo prossimamente. Promesso.