martedì 29 giugno 2010

Enigmust


Domani.
Con il manifesto.
Vi portate a casa un sacco di roba divertente da leggere e scarabocchiare sotto l'ombrellone.
Essere sinistrorsi e magari un po' sinistrati non è condizione necessaria e sufficiente, ma aiuta.
Luca Enoch ci ha messo le sue vignette vintage degli intepidi avieri Cellini e Boccolone. Chi ricorda la prima guerra del Golfo e la seconda apprezzerà. Chi le ha rimosse, pure.
Vauro e Flaviano ci hanno messo un po' di cattiverie fatte in casa.
Diegozilla ci ha messo spirito di patata alla Gary Larson de noantri più i due esordienti Giuseppe Acquaviva e Daniele Di Nicuolo.
Cinque eurelli e passa la paura.
Ecco un assaggino, tanto per gradire. Il resto lo trovate in edicola.

9 commenti:

michele petrucci ha detto...

Domani sarà mio…
Carina anche la striscia…
Piccola nota da letterista rompi… "è" con accento e senza apostrofo… ;)
m

Andrea V. ha detto...

È che l'Ittalia è disegnata così, Miguel.
Leggi, commenta, diffondi. E lavora! ;-)

saldaPress ha detto...

Grande Michele! Quante soddisfazioni che mi dai, mio giovane padawan…

saldaPress ha detto...

ps: quel font lì è il Wildwords della Comicraft ciulato agli ammerigani, ergo non c'ha gli accenti che gli yankee è risaputo che di accenti non ne hanno. Chi ce l'ha con gli accenti è perché, dopo averlo ciulato, se l'è modificato.

saldaPress ha detto...

(che poi, come ben sa Michele, a me di quel font fa schifo la "i" maiuscola che gli yankee ci sta che la usino per la prima persona singolare "I" mentre in italiano andrebbe bandita anche come inizio frase –cfr. vignetta 3– che non ha senso una maiuscola più maiuscola delle altre lettere che sono già tutte maiuscole)

saldaPress ha detto...

Non trovate che sia deliziosamente di sinistra –ergo in linea con l'oggetto del post– tutto questo inutile spaccare il capello in 4 su delle cagate?

Andrea V. ha detto...

Cioè cazzo compagni, nella misura in cui proseguendo il discorso e tutto questo genere di cose: comprate e diffondete, che il sacro fuoco del fumetto indie va alimentato con fiori e opere di bene.

saldaPress ha detto...

Che poi, detto tra noi, io comprai (e diffusi) ma le strisce del Cajelli, a parte l'orrenda "I" maiuscola,

1. ci voleva un logo ITTALIA 2010
2. ci voleva un logo e, se non un secondo logo, almeno almeno un font diverso per il nome di ognuno die personaggi
3. …e il sottotitolo non con lo stesso font del lettering
4. … e almeno i filetti che indicano il baloon fatti a mano
5. …e comunque un punto (tipografico) più sottile
6… se non un punto, anche mezzo in meno che così sono troppo spessi
7. e il lettering, qua e là qualche bold.

Però a me ha intrippato il giallo della nave.
E anche il test "Chi vuol essere Bertolaso".
I fumetti poco o niente.
E l'editoriale di Voglino è ingannevole e parla di cose che poi dentro il giornalino non troviamo.

Andrea V. ha detto...

Ingannevole?
Maddeché, aoh?!