lunedì 16 luglio 2012

The Dark Knight Rises: prime recensioni (e tante grazie a quegli stronzi del Corriere)

Tutte entusiastiche, con i dovuti nitpick sullo script. A noi piacquettero molto questa e questa. Ocio agli spoiler.

P.S.: sulla prima pagina del Corriere On Line c'è il fottuto finale del film. Grazie per la lezione di giornalettismo.

5 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Dave ha celiato, tranqui.
Ho avuto modo di vedere una copia pirata in qualità di socio fondatore del club Nessuno Tocchi Caine ed il finale è altra cosa.
Attenzione allo spoiler.

Ra's al Ghul torna. Nel primo film si era sbruciacchiato, ma non era nulla che non potesse esser curato mentre Bats se la vedeva con il ghigno di Legder.
Una plastica lo restituisce al mondo ignaro con la maschera di Sean Connery. Ha cambiato atteggiamento nei confronti del mondo - il fuoco purifica - e ora è una combo di Guglielmo da Bascavilla e del Juan Sánchez Villa-Lobos Ramírez di Higlander
( in Italia sarà doppiato da Banderas con la voce del Gatto con gli Stivali ndr ).
Bruce Wayne si infortuna al novantesimo ( il film dura quasi tre ore ) e parte, con la Gatta, per un giro del mondo alla ricerca di un guaritore che lo affranchi dalla cintura del dr Gibaud.
Nel frattempo Gotham è sotto assedio da parte di Bane. Ra's ed Alfred - ex militare mai domo come direbbe il Grunf di Magnus & Bunker - formano un inedito Dinamico Duo. Bane non la prende bene e decolla Sean ( gli capita spesso al cinema ).
Bats torna a casa scattante come un misirizzi e giura vendetta sopra una palla di pezza che contiene il macabro trofeo.
Affronta il suo nemico a Crime Alley e sul più bello il Diavolo che non veste Prada preme un interruttore su di uno scatolo e la schiena del Detective si accartoccia ( citaz degli X-Men di Morrison/AAVV ndr ). Tutto un piano del Diabolico Duo ( Bane e la Gatta ) per rendere la sconfitta di Bats, come uomo e come simbolo, irreversibile. Dalle tenebre del crepuscolo scaturisce Alfred che si lancia contro il luchador mascherato. Bane lo atterra con un manrovescio, ma Bats si rialza: sapeva tutto da sempre ( citaz di Batman RIP di Morrison/Daniel ndr )e, per tutto il tempo, ha impugnato un chiodo arrugginito che impediva al suo sistema nervoso di concentrarsi sugli imput dei nanobot. Una roba che in Ipcress aveva forse + senso, ma tant'è.
Bane impazzisce. La Gatta finisce in gattabuia . Alfred muore tra le braccia di Bruce che, sguardo epico perso nel tramonto, sospira: è morto il vero Batman.
Bellissimo.
Da noi a quella età sei: 1) un esodato 2) il fondatore di un partito che ritorna e cancella il lavoro del successore designato
3) Gianni Morandi.
In America: 1) perdi la testa 2) salvi il mondo 3) sei Dave Letterman.

andrea voglino ha detto...

Celiava? Chissà. Comunque sia, lo spoiler resta.

CREPASCOLO ha detto...

Vita Vissuta: ero al cinema e stavo guardando Seven. Sullo schermo compare Kev Spacey.
Dal fondo sento un tizio che dice: " E' Kaiser Souse dei Soliti Sospetti ! ".
Sono andato comunque a vedere il film di Synger e ho passato il tempo, chiedendomi : " Se non sapessi quello che so già, chi sospetterei di essere il baubau ? "

illustrAutori ha detto...

è perché non vedi Letterman!

andrea voglino ha detto...

No, Letterman non c'entra.
Lui può anche aver sparato una cazzata. Sulla quale peraltro l'informatissimo Batman On Film glissa elegantemente, quindi forse un fondo di verità c'è.
Ma al Corriere On Line hanno messo lo spoiler NEL TITOLO DEL PEZZO.
Come se una settimana prima dell'uscita di "L'impero colpisce ancora" avessero titolato "Darth Fener è il padre di Luke".
Giornalisticamente, la cazzata resta: a pensar male si potrebbe cercare un nesso fra questi scivoloni e la lunga e soddisfacente partnership fra Rcs e la distinta concorrenza. Meno male che sono buono.