giovedì 22 dicembre 2011

Pino Silvestro


A questo giro, un buon Natale Horror: Treevenge, un piccolo film che però dài in fondo fa anche pensare con il suo retrogusto di feroce critica sociale sui guasti del consumismo e relative fregnacce. Occhio che fa brutto veramente!
Io che ho un autentico finto abete di plasticaccia realizzato in qualche scantinato cinese da manovalanza sottopagata sono ecologico quindi vado tranquillissimo.
Se avete acquistato un pino organico so' cazzi vostri.
Poi non dite che non vi avevo avvertito.
Buon Natale a tutti!

2 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

L'anno scorso, il mio buon amico Philippe Daverio ( immagino saprai che è il vero nome del controverso scrittore Chuck Palahniuk ) mi ha spedito un cucciolo di pino silvestre senziente nomato Bonsensei ( '' L'ho comperato in una bottega che terminava di marcire in un vicolo di un borgo nel New England dove tutti i primogeniti si chiamano Ismaele ! '' ). Non cercare roba del genere nei negozi sul Naviglio: la trovi anche lì, ma costa un botto. Praticamente lo Alec Holland di Moore alto come uno di quei pupazzetti che Mac ti regala se prendi il menu baby, ma con l'attitudine al commando di un Rommel che intenda riscrivere WWII e vincere questa volta. Non so se rendo. Imponeva a Crepascolino di rivivere la battaglia delle Termopili con i Puffi ed un paio di Playmobil smangiucchiati da dentini in rodaggio. Il mio erede ha un bel caratterino - mi chiedo da chi l'abbia scippato - e ha dato fuoco alla pianticella rompipalline non ancora testate con un vecchio accendigas a fiammella - erano anni che chiedevo a Crepascola di disfarsene - e mezzo litro di uno sciroppo vagamente alcolico.
La scena di un birillo trafitto da aghi che salta dal primo piano e si perde per il quartiere Isola inseguito dai cuochi dei take away arabi e turchi che cercano di trafiggerlo con i bastoncini del kebab, mentre i bimbi della locale Kiesa koreana Karaoke cantano nel loro idioma ''con bianco tuo candor neve/ sai dar la gioia al nostro cuor/ è Natale ancora /un Natale di felicitààà '' mi ha fatto ripensare a come sarebbero stati certi racconti di Clive Barker se ne avessero girato un film con Mr Bean o Jacques Tati.
Buon Natale.

Andrea V. ha detto...

E io che pensavo che alla Kiesa Koreana cantassero Nam-Mio-Renghe-Chio. Feliz Navidad.