martedì 17 maggio 2011

Dreaming of Dylan


Deliziosa chicca metafumettistica firmata edizioni if: il quarantanovesimo numero del redivivo Mister No. A 5 anni da "l'alba dei morti viventi", Tiziano Sclavi fa le prove generali per il suo personaggio più famoso raccontando le prove generali di un'opera lirica. Un Jerry Drake insolitamente lunare gioca all'indagatore dell'incubo. Intorno, tutta la poetica tizianesca ampiamente squadernata dallo sceneggiatore di Broni nel lustro a venire: mostri belli fuori ma brutti dentro, mostri brutti fuori ma belli dentro, indagini al confine fra realismo e meraviglia e una generosa manciata di comic relief. Dylan Dog prima di Dylan Dog: un'avventura seminale distribuita in tutte le edicole a un prezzo piccolissimo. Acquistare prima dell'uso.

12 commenti:

saldaPress ha detto...

I numeri di Mister No scritti da Sclavi sono uno più bello dell'altro.

CREPASCOLO ha detto...

Splendida copertina. Purtroppo Fergal ha disegnato una sola storia del Signor No ( e senza Supermike ! ndr ), ma ammetto senza vergogna che, al crepuscolo, scorro nel sito SBE le sue covers amazzoniche e sogno.

Peter Lawford travestito da Alan Ladd sorprende una comparsa di qualche skeleton dance in una silly simphony che sta pensando di riciclarsi in un anime di Go Nagai.
Non so cosa ne abbia pensato Tiz quando l'ha vista, ma Grand Guignol ( matite e chine di Luigi Piccatto ) è stata scritta dopo...

CREPASCOLO ha detto...

Un personaggio Ics nato con il fattore K si leva siccome Landau Lugosi in Ed Wood contro il Nuovo che Avanza. Eroe nero contro anti eroe. La radiografia di un malessere contro un Beatle brizzolato.

CREPASCOLO ha detto...

Il Signor No si nasconde dietro una gigantesca tessera da puzzle nella ricostruzione nella meneghina aBatcave di Mor Jr.
Liska esce dalla sauna e dichiara che è l'ultima volta che si addormenta sulla panchetta leggendo Suicidi Dovuti di Aldo Busi.

CREPASCOLO ha detto...

Mandrake disegnato da Kelley Jones sfonda il Quarto Muro in cerca di un Big Mac e si ritrova davanti a Peter Lawford in un provino per Shane. Il tizio del Rat-Pack non avrà la parte, ma il mago entra in un fast food durante una festa di compleanno per un giovanissimo cliente ed è scambiato per un figurante dal clown aziendale.
Riuscirà a mettere qualcosa sotto i denti solo al crepuscolo.

Skull ha detto...

Cicca: parole sante.

illustrAutori ha detto...

la ristampa di Jerry Drake è una delle poche cose in edicola che ancora mi fanno palpitare il cor... e non per gli articoli a corredo dell'impeccabile Castellazzi! ;-)

Andrea V. ha detto...

@ Loris: io palpito solo a numeri alterni, fermamente convinto che il personaggio patisse la (difficile) convivenza fra tematiche alte e format ultrapop.
E il Castellazzi lo trovo sempre impeccabile.
Però gli sono fedele. Colpa dei troppi buchi nella collezione originale.

illustrAutori ha detto...

pensa che io avevo preso anche la ristampa "tutto mister no"... decisamente meglio questa, tra l'altro è già durata di più! Unica pecca, la ristampa del n.100 non sarà a colori (temo a mezzatinta...). Dài che la bat-mamma se la fa addosso!

Andrea V. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea V. ha detto...

Calma, calma... non bisogna abbassare la guardia ed escludere sorprese last-minute...

Andrea V. ha detto...

Peccato per la mezzatinta, sigh e sob.