domenica 2 gennaio 2011

Alla Scorsese attenzione


Non si è ancora spenta l'eco dei Daje degli ahò dei pijamose Roma di Romanzo Criminale, che già altri romanzi criminali si affacciano fra grande e piccolo schermo. Gennaio è il mese di Vallanzasca - Gli Angeli del male. E soprattutto di Boardwalk Empire, la serie HBO prodotta da Martin Scorsese e interpretata da Steve Buscemi sugli anni del gangsterismo ad Atlantic City. In onda su Sky da metà mese. Resta da chiedersi com'è che in questo scorcio di millennio i cattivi vadano così di moda. Forse è che senza un buon cattivo un film o un serial non possono andare da nessuna parte. O forse c'è dell'altro. all'inizio degli Anni 30, negli Usa, criminali come Dillinger, Machine Gun Kelly o Al Capone furoreggiavano anche al cinema. Era l'epoca della grande depressione. Un periodo che per molti versi somiglia molto a quello che stiamo vivendo. Forse, pure troppo.

9 commenti:

saldaPress ha detto...

Sintetica ed interessante analisi. Che mi permette anche di approfittare di questo commento per farti gli auguri di buon anno.

Andrea V. ha detto...

Grazie, ho ricambiato in anticipo ieri via e-mail (forse non hai ricevuto), ri-ricambio con gli interessi.
Fra parentesi, mi rimandi il tuo numero di cellulare via PM, che me lo sono perso non so come?
Buon 2011.

CREPASCOLO ha detto...

Atlantic come Titanic come Plastic city - la risposta gansta al Lego per noi angeli con la faccia sporca di latte che preferivamo quei pezzi da novanta ai mattoncini del concorrente. Non c'erano giunti cardanici e pietre angolari. La nostra immaginazione al potere. Torri alte quanto un fustino Dixan da cui si spenzolavano gli Action Jackson, la risposta gansta ai Big Jim, minacciati dai soldatini dell'Atlantic. Martin Scorcoso sa che le secret origins del nuovo ( di qualsiasi ) mondo sono imbevute di sangue, lacrime e sogni. I blasoni sono patenti di rispettabilità che diamo alla progenie di mascalzoni macellai. Ci manca solo la distillazione clandestina e le pellicole con il tizio che va verso il Vecchio Scintillone fingendosi pentito per assecondare la preghiera del prete che lo vide bambino all'oratorio tra le costruzioni Plastic City.
Sarà un caso, ma i nonni hanno regalato a Crepascolino un pantalone gessato. A me mai. Cattivi. Buon 2011.

CREPASCOLO ha detto...

Gli unici personaggi che possono fare tutto sono o i cattivi o i personaggi che possono fare tutto.
E ci piace il loro delirio di onnipotenza. The Tomb of Dracula della Marvel ha cominciato ad aver successo quando a scriverlo è arrivato un Uomo Lupo ( Marv Wolfman ndr ) e il protagonista è diventato il vampiro e non la posse dei suoi antagonisti. La famiglia Barbapapà è un fenomeno di costume da decenni perchè i protagonisti possono fare tutto.
Quando e se Chick DixAn - lo sceneggiatore candido che centrifuga i panni dell'immaginario collettivo senza fare danni - penserà ad un fumetto su di una posse di succhiasangue di gomma sarà il crepuscolo per Twilight. Il matrimonio tra Barbacosi e diversamente vivi è la tomba dell'amore per i vampiri in amore.

CREPASCOLO ha detto...

Il regista degli Angeli del Male, per qualche tempo, si è ricavato un buen retiro in quota sopra l'Aquila, dove non osano le aquile - mio suocero ha una casetta lì, di quelle che nemmeno il terremoto ha scosso. E' stata una location per Padre Pio. Uno dei. Quello con Castellitto è stato girato a Pellucidar o Wakanda. Me lo ha detto mio suocero.
Placido è solo l'ultima star ad innamorarsi dei luoghi. Lì sono stati girati Lady Hawke e la crocefissione di Moschin in Amici Miei Atto II. E diversi spaghetti western. Crepascola bimba, al bar, ha incontrato Giuliano Gemma.
Non ci sono angeli del male da quelle parti, ma solo pazzi che ululano alla luna o cantano con i cinghiali. Uno di questi, Enea Welcome ( nato dopo il ritorno del padre dagli USA ) sta pensando di girare un film sull'ex comm. Cattani che si specchia nelle loro fresche acque prima di trasformarsi in un falchetto che vola sopra i cinepanettoni, i TRONisti ( rinTRONati ? ) e i tre Babbinatali al prezzo di uno.
Dovrebbe intitolarsi Lake Placid.

Andrea V. ha detto...

Vampiri in amore e uomini in ammollo.
DixAn strikes again.

CREPASCOLO ha detto...

Non male. Sarebbe una risposta a quel film con la Lanterna Verde seppellita viva con un accendino ed una matita o cose così.
Il nostro protagonista è intrappolato in una lavatrice mentre si avvicina la centrifuga ad 800 giri. Una vecchia Miele, la Volvo della categoria. Potrebbe essere Steve Buscemi. Regia di Placido.
Un tizio fradicio che aspetta solo che l'acqua salga e non andare altrove. Somiglia molto a quello che stiamo vivendo. Forse, pure troppo.

Skull ha detto...

Puro vangelo, Crep.

Andrea V. ha detto...

Che poi, visto quello che è successo quando il buon vecchio Marty ha tentato la strada del thriller psicologico, tanto vale che torni ai suoi gangster d'annata: quella, almeno, è cosa sua.