giovedì 21 luglio 2011

Hai rotto il cazzo, Frank


Eh sì, Frank. Te lo dobbiamo proprio dire. Hai rotto il cazzo. Ne abbiamo fin sopra i capelli della tua ultraviolenza da coattone. Delle anatomie distorte. Del black & white spinto all'estremo. Della misoginia. Dei monologhi fluviali. Delle dark lady gnocche ma cattive. Di queste storie senza succo e senza palle che offendono la sensibilità di tutti quelli che ti hanno amato senza riserve.
La vita è stata generosa con te, Frank. Ti ha regalato dieci anni in stato di grazia. I dieci anni in cui hai salvato Batman, creato Ronin, rivitalizzato Devil ed Elektra. Ti concedo anche Sin City, almeno fino All'inferno e ritorno.
Ma poi, Frank, non ne hai più imbroccata mezza. È arrivato un momento che speravamo non dovesse arrivare mai. Il momento in cui sei diventato la caricatura di te stesso. E questo trailer, Frank, lo dimostra. Andiamo, bello. Alla DC hanno fatto bene a metterti alla porta.
Sei la Tessera numero sei, Frank. Benvenuto nell'Albo.

10 commenti:

Skull ha detto...

Aspetta che non mi ricordo: chi sono gli altri 4 dell'Albo?

CREPASCOLO ha detto...

Un altro cliente insoddisfatto ? Non ti dico il brainstorming dietro quel trailer. Tanto per fare un esempio, intorno al quattordicesimo secondo, i grattacieli di fianco a Lady Liberty sono una ripresa di una cover di Scott McDaniel -per il Daredevil di Chichester - che citava il lavoro di FM su Sin City ( che allora usciva da tre anni ndr ). Mi piace lavorare con Frank perchè ridacchia come una scolaretta in un libro di Spillane in cui un personaggio dice che un altro personaggio ridacchia come una scolaretta quando gli faccio notare che è arrivato dove l'aria è tanto sottile che ormai è come un attore del teatro giappo che cesella e ricesella sempre la stessa parte. Io non sono un Uomo Senza Paura - non entro in via Imbonati dopo il crepuscolo e pago un tale perchè assaggi le salse quando mangio greco - ma, in molti contesti, persino mentre si discuteva dell'opportunità di permettere alla Merkel ( non il personaggio del DK1 ndr ) di salvare la terra della grappa alla cannella e del liquore all'anice, mi sono alzato in piedi e ho dichiarato che mi piace DK2 e adoro l'inserto psichedelico di All'Inferno e Ritorno. Non ti dico le facce...

Andrea V. ha detto...

Ma cliccare sulla Tag, no? Comunque Dalla, Rotten, Alberoni, Bossi e Zucconi.

E confermo i 4 in matematica che prendevo al liceo, perché Frank ha la tessera n.6, non la 5.

CREPASCOLO ha detto...

Il Paradiso ?
1) FM che disegna il cartone animato del video di Washington di Dalla com Lucio che ricorda Ronin. B/N.
2)Rotten tiene un concerto nel quartiere Tessera ( near Corsico ndr ) travestito da Slaine. Bossi tra il pubblico con il figlio. Il Trota fraintende e crede di trovarsi di fronte ad un simpatizzante.
3) La Oni Press pubblica un graphic novel intitolato L'Albero degli Zucconi, la storia di una comunità di idioti sapienti che adorano il marciume come metafora della caducità delle umane intraprese. Il loro monolito è un Mars di plastica, grande come il totem di un barbiere, scheggiato e piantato al suolo. Testi e disegni di Veitch.

Skull ha detto...

"Ma cliccare sulla Tag, no?"

E c'hai raggione!

saldaPress ha detto...

Da quello che ho visto qui in giro in sti giorni, voglino mio, frank il suo pubblico continua ad averlo eccome. E il suo pubblico vuole che frank disegni l'eroe muscoloso che spara in testa al terrorista malvagio. Noi europei siamo assolutamente un mercato secondario x questo prodotto. A noi cercano di vendercelo con il segno, agli americani con la libertà ferita che si rialza e prende a calci nel culo tutti. Anche se va detto che qui sta legendary fa fatica. Far capire che fa di preciso.

saldaPress ha detto...

("fa fatica a far capire che fa di preciso" volevo scrivere)

Andrea V. ha detto...

Mi verrebbe in mente quella vecchia battuta: "Mangiate merda. Milioni di mosche non possono essersi sbagliate". Ma siccome non amo le scorciatoie, ribadisco i due concetti due alla base del post:

1) A livello creativo, FM è appunto cadavere, e da mo'.

2) Amare significa non dover mai dire "mi dispiace".

saldaPress ha detto...

Non ti voglio convincere che è bello perchè un sacco di americani lo vogliono leggere (e lo leggeranno) voglio solo dirti che non è un prodotto per i lettori europei che, come è giusto che sia, non condividono l'humus da cui Holy Terror nasce.
Personalmente poi condivido al 100% l,analisi che fai sulla parabola creativa di FM.

Andrea V. ha detto...

Ma infatti, incasso! Si fa per ridere. Amaramente.