martedì 30 ottobre 2012

Valigie

No, non è un poltergeist. Non è il passaggio di un fenomeno atmosferico estremo. Non è la stanza da letto di un teenager in piena fase ormonale e nemmeno un'installazione di Thomas Hirschorn. Non è la tana della nostra cucciolata di macachi rhesus, perché non alleviamo macachi rhesus. Non è il teatro di un attentato dinamitardo. Non è una bancarella "tutto a un euro" al mercato di V.le Papiniano. Non è un attacco di horror vacui.


È la Ele che prepara le valigie.

2 commenti:

Lanterna ha detto...

Fai poco lo spiritoso: io lo trovo perfettamente normale. E ho anche lo stesso copripiumone :-)
Buon viaggio!

illustrAutori ha detto...

dài, dammi l'indirizzo, che al tuo ritorno troverai la libreria comodamente svuotata acciocché tu possa riempirla ben bene di nuovo ;-)

have a nice trip (surely it will be)