domenica 4 gennaio 2009

Mi Correggio


Ieri, grande gita sociale a Parma per la mostra di Antonio Allegri detto il Correggio, in onda fino al 25 gennaio 2009 al Palazzo della Pilotta.
Io che l'arte rinascimentale tutta madonne gesucristi amorini e martiri vari l'ho sempre trovata pallosetta anzichenò ci sono andato più per sport che per altro.
E invece, mi correggo, anzi mi Correggio: l'Antonio Allegri era un figo atomico, la mostra è organizzata benissimo, il posto è favoloso e insomma ho fatto bene.
Ora però mi tocca fiondarmi a Vercelli a farmi un po' di Pollock ruspante. Way to go, dude!

3 commenti:

miremari ha detto...

Io invece voto positivamente quella di Turner a Ferrara... anche se le sale sono un po' piccole e la gente tanta.
Ma ci sono davvero, praticamente, solo opere di Turner. Sembra scontato, ma non sempre è così :)

Andrea V. ha detto...

Con Turner ho avuto una brutta esperienza un paio d'anni fa a Brescia: una mostra bruttarella e raccogliticcia, salvata in corner dalla bella retrospettiva su Mondrian rimediata quasi per caso in un'altra ala del museo. De gustibus!

miremari ha detto...

appunto... proprio quel che dicevo. tu avrai visto 'turner e gli impressionisti' ( o no?), ovvero, accostiamo un nome a caso alla parola 'impressionisti' per attirare i visitatori.
(vedi van gogh e gli impressionisti)
A Ferrara c'è Turner E BASTA :)
Anzi, ancora più ristretto: come Turner ha dipinto l'Italia...