martedì 2 settembre 2008

Chasing Amy


Dunque.
Musicalmente è deboluccia. Un R'n'B di cellophane che sta a quello vero come Zucchero a Joe Cocker.
Fisicamente è brutta come il peccato, e ha un'aria zozza.
Ogni tanto, per provare un brivido, penso al suo alito la mattina presto.
In più se la tira di brutto.
Qualcuno potrebbe cortesemente spiegarmi come cazzo fa Amy Winehouse a riscuotere tutto il suo successo?

5 commenti:

Antonio ha detto...

Andrea, ti devo contraddire. Musicalmente Amy Winehouse non e' deboluccia, e il suo R'n'B (meglio soul?) non e' di plastica. Amy Winehouse ha il soul, una voce come non se ne fanno piu', e canzoni strazianti. I Dap Kings sono una delle backing bands piu' potenti per quella roba, e le produzioni di Mark Ronson e Salaam Remi sono seminari di produzione per quelle cantanti che vorrebbero rievocare quelle atmosfere "soul" (scusa se abuso del termine, ma non ne trovo uno migliore) e invece poi fanno cagate (vedi la Aguilera)...
Questi sono i motivi per cui Amy Winhouse per me e' una grande artista.
Ma per rispondere invece alla tua domanda, il motivo per cui riscuote tanto successo e' che e' una TOSSICOMANE e INGLESE. Tutto l'hype che le dedicano i tabloid inglesi (che non hanno avuto altre star di questo talento da anni), si riflette in paesi provinciali come il nostro, e perpetua il suo successo. Quindi le qualita' di Amy c'entrano relativamente.
Per il resto, ha fatto un pezzo con Ghostface Killah ed e' chiaramente infatuata di Nas, quindi non posso essere che parziale!

P.S.: Ti ho mandato una mail...

Andrea V. ha detto...

Ti seguo su tutto, tranne che sul punto fondamentale. Secondo me la Amy ha una frazione della personalità di una Aretha Franklin o di una Nina Simone, e più la guardo più mi dà l'aria di un personaggio creato a tavolino per perpetuare l'icona della sciammanata tutta genio e sregolatezza.
Poi, oh: le opinioni son come le palle, ognuno ha le sue.
Complimenti per la foto!

Fabrizio ha detto...

Riscuote sulla carta di credito

^__^


Fab

Antonio ha detto...

Andrea, lei e' cosi'. E lo era anche quando non vendeva una cippa e quando non la conosceva nessuno.
Che poi un personaggio cosi' oggi tiri e le diano troppo spazio e' un altro discorso (ma la colpa e' anche del perbenismo: a me di sapere quante volte si fa non me ne sbatte un cazzo, per dire), ma la voce (vera) e il soul sono quelli. Magari le superstar come quelle che hai citato sono (ancora) su un altro livello, ma questo ci sta, no?
Confermo il discorso sulle opinioni e sulle palle. E' un casino se due persone hanno le stesse!

Andrea V. ha detto...

Per me la Amy può strafarsi quanto le pare.
Il mio discorso punta altrove. E cioè: possibile che oggi basti avere un minimo minimo minimo di qualità per conquistarsi i cuori e le menti del pueblo unido?
Non dico che la Winehouse sia da buttare in toto, intendiamoci: canzoni come "Rehab" o "Tears Dry On Their Own" son carine. Ma appunto: carine.
E sinceramente delle cose carine ne ho un po' piene le tasche.