venerdì 22 giugno 2012

Dura lex



E sempre in tema di film che sembrano brutti: il brutto trailer del nuovo Dredd, quello fatto con 500 euro, la demo di After Effects e l'attore sbagliato. Così a occhio, da Stallone alle stalle. Tristezza.

(e sì, lo so che il papocchio è un fake ottenuto mixando il vecchio Dredd con qualche pezzetto di quello nuovo, ma mi gioco un caffè che quello autentico non andrà molto lontano da qui. Scommettiamo?).



Per me un macchiato freddo senza zucchero, grazie.

4 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Il problema non è solo - o non soltanto - il casting.
Il personaggio è stato - nelle sue incarnaz migliori - il veicolo x condannare un cieco autoritarismo esercitato su di una massa di prolet orwellici che si muovono in uno scenario cyberpunk come avrebbe potuto sognarlo Pietro Germi.
Dredd è granitico, non ha dubbi. Non si macera con le grandi responsabilità eccetera. Non gli interessa se i criminali sono una razza di vigliacchi da spaventare. Non nasconde dietro un paio di occhiali la sua identità al suo eterno amor litigarello. Per uno così, anche la caratterizzaz di Sly Stallone era eccessiva.
Io avrei preso Antonio Rezza e gli avrei chiesto di recitare come fosse una delle testone dell'isola di Pasqua che crede di essere il vigile di Alberto Sordi. Tutto girato contro fondali teatrali stilizzati di Mario Addis , con colori basici e piatti. Morte di un Commesso Viaggiatore con Hoffman e Malkovich incontra i cromatismi dello Storaro di Dick Tracy.
Nella prima settimana incassi doppi di quelli degli Avengers di Josh. Premi a Venezia. Forse.

Ruffalo Bill ha detto...

Arriva alla fine del video. È un falso.

andrea voglino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
andrea voglino ha detto...

@ Crepascolo: Manu Bennet con un secchio in testa potrebbe agilmente rubare la scena sia al Dredd finto-vero che al Dredd vero-finto.
@ Ruffalo Bill: il trailer di Monster University non è un fake. Giurin Giuretta.