martedì 20 settembre 2011

Figures storiche

Gustosa trovata feticista della Dark Horse, che con un bello Spider-Man preso di pacca daile splash page di Ditko e Romita inaugura una nuova serie di super-eroiche miniature nostalgiche. Prezzo aggiornatissimo, 50 dollari a statuetta. Ma personalmente ritengo la cifra tosto ammortizzata dalla confezione super-lusso in tolla serigrafata 18 k con annessa spilletta celebrativa e dalla tiratura limitata a 2.000 pezzi. Prossimamente: i Fantastici Quattro in formazione originale (con la Cosa in stile cingomma masticata, inzomma) e il Devil giallorosso di Bill Everett. Slarf.

7 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Il sig. Voglino lo sa sicuramente - crede fermanente che Gangs of New York di Scorsese derivi da un graphic novel di Kirby su Yancy Street - ma segnalo agli altri lettori che lo stile cingomma masticata dela prima Cosa era una ricaduta involontaria del tentativo di disegnare il personaggio come un dinosauro antropomorfo. Ecco perchè la First Family della Astro City di Busiek ed Anderson è composta anche da un lucertolone arancione e scaglioso.
Mi piace lo Spider-Man non depilato e non vedo l'ora di vedere il Daredevil con costumino da wrestler da prologo di Ellery Queen nella serie dei seventies con Jim Hutton. Non sono in buona con la Dark Horse - la mia proposta di ibridare lo X di Grant con il The Mask di Arcudi ( '' il disegnatore è sempre Mahnke: probabilmente ha un sacco di sketches dove i due tizi si incontrano ! '' ) per ottenere un mutante fetish impelagato in vicende hard-core non è piaciuta al pubblico pilota e Doug è stato pagato x 400 tavole di XXX che ora usa quando deve imbiancare - ma se potessi suggerire qualche personaggio da ridurre a pupazzetto sceglierei:
1) il Namor con la testa di Flattop nella versione di Everett e del primo King
2) il Thor magrolino degli esordi con le ali da condor pasa sul berretto di latta
3) il Toad clone di un Peter Lorre in era pre Bifidus
4) la Karnilla della seconda metà degli anni sessanta, con rigomo a ricciolo di burro
5) la Agatha Harkness nell'albo dell'esordio: la donna che avrei visto volentieri in XXX se le cose fossero andate diversamente. Peccato. Che non ci sia stato ''il'' peccato.

Andrea V. ha detto...

Voto Thor.

CREPASCOLO ha detto...

Ora che ci penso non sarebbero male nemmeno:
1) la prima Scarlet Witch con il faccino incorniciato dalla sagoma di un Blackbird disegnato da Andi Watson
2) Mysterio (il Liberace dei super-eroi secondo Mike Zulli )
3) Tana Nile. 'Nuff said
4) il Fantasma dello Spazio al suo esordio nella testata degli Avengers, praticamente Peter Cushing sotto acido ad un provino per sosituire il frontman dei Prodigy

illustrAutori ha detto...

mmm... allora Ditko non era così male come si delirava negli adrenalinici 90's di un certo Todd... e comunque a Peter Lorre il bifidus (e le due sciacquette degli spot) gli fanno un baffo

CREPASCOLO ha detto...

Il Toddster ha riconosciuto di dover qualcosa a Steve ( '' ricordavo gli occhioni e le ragnatele fitte fitte sul costume - da lì sono partito poi sono andato a riguardare le tavole di Ditko e mi sono accorto che avevo esagerato le proporzioni rispetto al modello '' ).
Nulla di strano. Tra verità e leggenda si stampa quest'ultima, tra ciò che è stato e ciò che ricordiamo si stampa la seconda che ho detto.
Joe Lansdale ha scritto in una prefaz che ricordava nei primi albi di Jonah Hex una sfumatura horror e ha virato in quella direzione la sua versione ( matite di Truman, inchiostri di Glazman ). Poi ha riletto i lavori di Albano ( John, non quello del Ballo del quaqua ) e ha scoperto che si trattava di western non contaminati.

Lorre non ha bisogno del bifidus, ma ho incontrato la Marcuzzi in una strada buia ( usciva da un supermercato ) e sono contento non fosse Peter che trovo decisamente + inquietante.

Anonimo ha detto...

Dove l'hai preso, Andrea? Quello degli FQ mi attira parecchio...

Un caro saluto

Dario B.

Andrea V. ha detto...

@ Dario: sito Dark Horse Comics. Ma i FQ sono up-and-coming.