mercoledì 21 settembre 2011

Ciaoc.R.E.M.



Titoli di coda per Michael Stipe & soci, troppo appagati per continuare a cincischiare come altri esponenti della crèm de la crèm del rocchenrolle. Massimo rispetto e grazie per canzoni come questa quassù.

8 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Stipe stipa nel suo intervento la solita cosa sul saper lasciare la festa quando è il momento, ma non è andata proprio così. Tempo fa ero sul set di Essere John Malkovich che Michael ha prodotto. Un noioso lavoro di catering. Kaufman va pazzo per i pretzel, ma paga un tizio - in quel caso, il sottoscritto - perchè glieli sminuzzi: ha il terrore di rischiare il soffocamento come era capitato al loro ex prez.
Era in visita quella sagomaccia di Freeman - è crudele solo con i giornalisti - che ha improvvisato un numero con John in cui i due litigavano perchè asserivano di essere, entrambi, il Primo Fattore. Una roba che nemmeno Guzzanti con i due Padre Pio.
Sarà stata la overdose di Vivalto Lungo o la tendenza dei due Padreterni a sentirsi dei Padreterni, fatto sta che ad un certo punto, Morgan ha chiesto a Michael se non notava una contraddizione nel fatto che la sua fase R.E.M. fosse durata decenni. Solo Blake Edwards è stato in Slumberland così a lungo e, complice una occasionale peperonata,gli è capitato di sognare quella cosa di Clouseau con Bob Benigni ( brr ). Stipe ha cominciato a riflettere, ma ha i riflessi lenti ( con tante scuse a Nino Manfredi ndr ).

illustrAutori ha detto...

son d'accordo, ancor più bella di "E-bow the letter", con una certa Patti Smith che gorgheggia nel finale... Applausi

CREPASCOLO ha detto...

Mi permetto di dissentire - tante zucche tanti pareri - perchè E-bow the letter è la prossima canzone che insegnerò a Crepascolino, non appena si sarà esaurita l'onda lunga di '' Mille lire al mese '' che è il suo song di culto. Questo mese.

saldaPress ha detto...

Con 'sti titoli, pensavo che fosse passato a miglior vita Stipe o qualcun altro della band.

Andrea V. ha detto...

No: è che SNVSIM ha aperto ai defunti metaforici.

saldaPress ha detto...

Ma non c'era già il tag "l'albo dei morti viventi"? Basta trasformarlo in album.

Francesca Paolucci ha detto...

Goodbye.

Andrea V. ha detto...

@ cicca: heads up, folk.