martedì 25 maggio 2010

"Buried" li seppellisce tutti


Questo film parla di uno che va in Iraq a fare il contractor, becca un colpo in testa e quando riprende i sensi si ritrova sepolto sottoterra con uno zippo, un cellulare e stop.
Non so quando esce, ma sono già davanti al cinema.
Per principio.

4 commenti:

ale ha detto...

Io pure.

CREPASCOLO ha detto...

Un uomo in una cabina telefonica, al telefono con un cecchino che lo inquadra nel mirino. Dodici uomini intorno ad un tavolo decidono della sorte di un tredicesimo. Un prete ed una ragazza in un ascensore in panne. Abitiamo tutti il luogo comune in cui una buona idea si realizza con pochi dindi.
Qualche tempo fa, ho inviato ad uno di quei produttori con il faccino stropicciato da rockstar un soggetto caratterizzato, come tutti i miei scritti, dall'estrema sintesi di cui tento una estrema sintesi: dodici individui prigionieri di dodici ascensori in panne, nelle tasche solo uno zippo, un cellulare ed una Stop senza filtro ciascuno. Dopo aver fumato la sigaretta, i tizi si chiamano l'un altro chiedendo una paglia. Quando gli ascensori si rimettono in moto, le porte si aprono davanti al solito prete killer a la Ennis che vuole terminarli per punire il loro egoismo di tabagista - li salva una ragazza, contractor della Marlboro, che li scrittura per un film - ad alto budget - che annulli i nefasti effetti di quella pellicola in cui Pacino e Crowe mettono in ginocchio una multinazionale del tabacco.
Non ho ancora avuto il classico cenno di riscontro, nel frattempo è stato prodotto un disaster movie in cui è stato necessario ricostruire in studio il capoluogo abruzzese come se fosse stato vulnerato da un terremoto. Il mio ''La Parola ai Fumati '' sarebbe costato molto meno. Cattivi.

Andrea V. ha detto...

@ Crep: cominciavo a pensare che fossi stanco di me.
Mi hai fatto preossupare, sai?
Cattivo.

CREPASCOLO ha detto...

Presissimo perchè sto ultimando un saggio/libello - ''La sindrome di Eta Beta '' Editori Riuniti contro Crepascolo -in cui avvicino il caso dell'uomo del domani ( la Disney pubblicò solo una manciata di storie dell'omino perchè faceva ombra al Topo ). Uno dei miei collaboratori ha fatto trapelare qualche indiscrezione e sta facendo molto rumore la mia teoria che la Marvel abbia tarpato le tele di Venom perchè legavano l'altro Ragno. Il vero colpo di scena sarà un gossip sul prossimo cross-over inter-aziendale: Hood sarà il prossimo alter ego dello Spettro e, quale incarnazione della Vendetta Divina, brucerà i Boom Studios che hanno osato un ongoing di Darkwing Duck.
Può sembrare bizzarro
( crepascolare ? ) un team up tra Marvel e DC contro una licenza Disney che è proprietaria della Casa delle Idee, ma è sempre più difficile fanatizzare un pubblico che compra solo fumetti innovativi come Lanterna a pois ( Ivan Cattaneo/Brendan Mc Carthy- Moore ha già detto che è l'ennesimo tentativo di sfruttare il suo spunto del '92 ), Eega Beeva and the Oingo Boingo - gli anni di plastica rivalutati attraverso l'occhio del precursore del Doctor Who ( Danny Elfman/Bruno Bozzetto ) e Ocean 101- una banda di dalmati tenta un colpo alla Ciappi di Vegas ( Morrison/Cavazzano ).
Sono sicuro sarà un successo. Forse.