domenica 27 dicembre 2009

Elementare, Watson


Mettiamola così: il Sherlock Holmes di Guy Ritchie sta ai classici di Conan Doyle come La mummia di Stephen Sommers sta ai classici della Universal.
Tolti Robert Downey, Jr. e Jude Law, non c'è praticamente niente da vedere.
Sceneggiatura competente ma totalmente priva di svolazzi, autentica suspense o rispetto per il personaggio originale, soluzioni visive viste e riviste fino alla noia, regia piatta da blockbuster senz'anima. Un film che si dimentica appena fuori dal cinema, buono al massimo come guilty pleasure.
E tanto basta.

2 commenti:

miremari ha detto...

bene, l'ho evitato e a quanto pare non mi sono persa nulla! buon 2010!!

Andrea V. ha detto...

Buon 2010 a te!
E, ripeto, ti sei persa solo quei gran pezzi del roberdauneigiunior e del giudlò.
Tutto lì.