martedì 21 luglio 2009

Azrael (Again)


Fra i tanti "supplenti" del Pipistrellone apparsi e poi scomparsi nel corso dei decenni, Azrael è sicuramente uno dei più interessanti. Più tormentato di Bruce Wayne, più inesperto di Dick Grayson, e ben più umorale di Jason Todd - per i non iniziati: il secondo Robin - Jean Paul Valley incarnava un potenziale drammatico non indifferente, ottimamente sfruttato da un team creativo capitanato dal leggendario sceneggiatore Denny O'Neil.
La favola è durata per un centinaio di numeri, finché la testata ha retto ai rigori della grande distribuzione. Dopodiché, nel 2003, mamma DC ha staccato la spina al personaggio facendolo "morire" fra molte virgolette.
Cinque anni dopo, Azrael ritorna. Sotto la maschera dell'angelo vendicatore c'è un altro uomo, ma le premesse sono le stesse della "vecchia" gestione: un clima molto Dan Brown, e uno sceneggiatore molto ferrato - nella fattispecie, il bravo Fabian Nicieza.

Che ne valga la pena?

3 commenti:

Fabrizio ha detto...

Ho visto le preview.
Disegni molto "dipinti", con una colorazione fenomenale.

Al di là della pseudo-morte di Bruce, la produzione del pipistrello sta migliorando.
Certo, Damian resta un crampo al culo.
Ma Tim Wayne erede alla ricerca del Mentore mi acchiappa un casino!

Oggi ho finito di imbustare i vecchi numeri della Play.
Imbustare fumetti è il feticismo del feticismo...

Andrea V. ha detto...

Inscatolarli è molto peggio, garantisco.
Quasi come avere Damian in giro per casa.

Fabrizio ha detto...

Dalle scatole son già passato dorante il trasloco. Sollevarle è la parte peggiore... ^__^